Specialista in Ortopedia e Traumatologia  - Master Universitario in "Patologia degenerativa del ginocchio"
RSS

Articoli recenti

Un nuovo sito
Necrosi testa femore: una guida per il paziente
Protesi monocompartimentale (parziale) di ginocchio: ma le indicazioni sono chiare?
Di ritorno dal Congresso nazionale
Ricostruzione del ligamento crociato anteriore: quale scelta per l’innesto?

Categorie

Anca
Ginocchio
powered by

Il Blog "Ortopedico"

Dopo la protesi: quale sport?

Le protesi di anca e le protesi di ginocchio sono in grado, nella maggiorparte dei casi, di regalare una "seconda giovinezza", a tutti quei pazienti afflitti da gravi problematiche articolari. Con la riduzione al minimo delle complicanze, e la sempre crescente mini-invasività delle componenti protesiche e delle tecniche chirurgiche, il paziente è in grado nel giro di brevi periodi di riprendere un'attività sportiva, di carattere moderato/intenso .

Gli sport che di solito consiglio ai pazienti sono il nuoto (no rana), il golf, il ciclismo, lo sci (preferibilmente fondo). Per alcuni di loro (soprattutto nuoto, golf) praticamente il paziente può tornare nel giro di 60 gg dall'intervento ad un'attività di qualsiasi intensità.
Tra gli sport sconsigliati e/o tassativamente vietati rientrano sia gli sport da contatto ( es. arti marziali) che gli sport traumatici (calcio, basket, volley, tennis, equitazione). In generale io sconsiglio gli sport in cui ci sono i "cambi direzionali improvvisi" 

Questa suddivisione non è affatto rigida: a volte pazienti con una protesi monocompartimentale di ginocchio hanno ripreso a giocare a calcio (!) con le dovute limitazioni, così come un ottantenne recentemente mi ha detto che con la sua protesi totale di ginocchio andava tranquillamente a fare sci alpino e che aveva l'impressione di non essere mai stato operato. Purtroppo non è la regola e penso che nessun chirurgo possa mai fare una promessa del genere prima dell'intervento. 

1 commento a Dopo la protesi: quale sport?:

Commenti RSS
Gianni on lunedì 9 settembre 2013 09:33
Gentile dott, colgo l'occasione per ringraziarla pubblicamente per il lavoro egregio fatto da lei sul mio ginocchio malandato! ora non ho più dolore, grazie a lei! Ne ho girati tanti, ma lei è l'unico che mi ha dato subito fiducia e mi ha rimesso in piedi. un grazie di cuore Gianni
Rispondi a un commento

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment